Una recente analisi Mckinsey mette in luce come i consumatori americani stanno diventando più inclusivi. Secondo il sondaggio Mckinsey Inclusive Consumer svolto a ottobre 2021, due americani su tre hanno detto che i loro valori sociali ora determinano senza ombra di dubbio le loro scelte di acquisto. Ma non solo. Il 45% degli intervistati ritiene che i rivenditori dovrebbero supportare attivamente le aziende e i marchi di proprietà di persone di colore.

Lo spaccato americano testimonia la nascita di un nuovo consumatore inclusivo. Oltre che influencer che sta cambiando le strategie delle grandi catene di vendita al dettaglio.

Ma chi sono i consumatori inclusivi e come acquistano?

  • Si tratta di giovani, in larga parte donne, di estrazione multirazziale con diversi livelli di reddito. Data questa rappresentazione diversificata e trasversale, il consumatore inclusivo detiene il potere unico di influenzare tutti i gruppi demografici.
  • Come molti altri consumatori oggi, basano le loro scelte di acquisto meno sulla pubblicità tradizionale e più sui social media. Su consigli degli amici e sulle storie di coloro che hanno fondato i marchi che ammirano.
  • Si preoccupano delle scelte sostenibili, cercano qualità. Un consumatore inclusivo su cinque spesso non trova i prodotti che desidererebbe acquistare in base alle sua motivazioni.

Gli investimenti inclusivi

I consumatori inclusivi influenzano il cambiamento anche nel settore degli investimenti. La prova arriva da un nuovo studio di Morgan Stanley che rivela: gli investitori percepiscono il debito delle società più inclusive come meno rischioso rispetto a quello delle aziende non socialmente consapevoli.

Secondo lo studio di Morgan Stanley Institute for Sustainable Investing, le obbligazioni emesse da società che hanno un punteggio più alto nelle metriche di crescita inclusiva hanno spread creditizi più bassi. Sono anche considerate meno rischiose delle obbligazioni emesse da altre società con punteggio basso. Il punteggio misura il modo in cui le società affrontano le disparità sociali ed economiche in quattro aree chiave: risorse umane, prodotti e servizi, gestione delle operazioni e gestione e governance dell’impresa.

IDEE DI INVESTIMENTO

L’analisi di Morgan Stanley si aggiunge alle tante che nel corso della pandemia hanno dimostrato come gli investimenti sostenibili possono offrire i vantaggi in termini di rischio e performance. Il consumatore investitore inclusivo cerca non solo prodotti coerenti con i propri valori, ma anche rendimento.

Secondo l’analisi di Pictet Asset Management, accanto al concetto di sostenibilità ambientale nel corso della pandemia è cresciuta la sensibilità verso la responsabilità sociale, megatrend da monitorare. L’attenzione a tematiche quali la diversità e l’inclusione, il trattamento equo dei dipendenti e la riduzione delle disuguaglianze sono temi fondamentali oggi. Le aziende che aiutano le persone a sentirsi realizzate in questi ambiti sono destinate a diventare sempre più rilevanti.

Portafoglio ESG Dynamic Allocation

Per investire sulla crescita inclusiva dell’economia Online SIM ha lanciato il nuovo Portafoglio ESG Dynamic Allocation in collaborazione con Natixis Investment Managers. Ha un rendimento annualizzato del 10% (dati aggiornati a febbraio 2022). Si tratta di un portafoglio ESG flessibile che utilizza una combinazione di fondi azionari e obbligazionari con una particolare attenzione per i social bond e i green bond. Questo portafoglio modello adotta due strategie con obiettivi differenti: la prima è di lungo periodo (“core”) e prevede l’investimento in fondi internazionali diversificati, la seconda invece è di breve periodo (“satellite”), più dinamica, che cerca di sfruttare in maniera tattica i trend del momento.

fondi portafoglimodello ESG

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Megatrend sostenibili: investire sull’economia delle batterie

Articolo successivo

Questo è l'articolo più recente

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.